• Clienti
  • Fidelizzazione
  • Impianti Recupero
  • Impianti Selezione
  • Impianti Smaltimento
  • Partner1
  • Tonnelate Raccolte
  • Tonnelate Smaltite
  • Tonnelate Trattate

Waste Italia Spa

RESPONSABILITA' SOCIALE

Progetto Destinazione Ambiente

destinazione ambiente1

Il progetto “Destinazione Ambiente” può essere considerato un esempio virtuoso di sinergia tra diverse realtà industriali, in grado di porre la sostenibilità al centro delle proprie attività. Ogni azienda ha contribuito con il proprio know how. Nel caso di Waste Italia, il contributo al progetto si è espresso nel servizio di raccolta e gestione dei rifiuti.

L’obiettivo del progetto è promuovere la raccolta differenziata nelle aree di ristoro da parte dei viaggiatori e dei dipendenti di Autogrill. Le stazioni coinvolte nella fase pilota sono state 5. Attualmente sono diventate 13 lungo l'autostrada A4 Torino - Venezia. Sono stati installate delle mini isole ecologiche per sensibilizzare i passanti e per concretizzare la separazione dei diversi materiali. 
I risultati dell’iniziativa, tuttora in corso, sono molto positivi:

  • 20-25.000 tonnellate di rifiuti sottratte ogni anno dalla discarica e avviate a riciclo.
  • La frazione organica viene destinata al compostaggio mentre lattine, vetro e plastica al recupero, anche il cartone - e non solo per ciò che concerne le stazioni di Destinazione Ambiente, ma anche per tutti gli Autogrill - viene destinato al recupero. Risultato 100% di recupero.

L’organico raccolto presso Autogrill Villoresi Est viene portato presso un impianto terzo specializzato dove viene trasformato in compost. In seguito Waste Italia lo porta all’oasi WWF per la concimazione dell’orto biologico. I prodotti dell’orto biologico sono utilizzati dallo stesso Autogrill per produrre i propri piatti. Waste Italia raccoglie anche l’olio esausto di friggitoria (circa 200 ton/anno) e per trasformarlo in biodiesel, carburante ecologico.
A causa della capillarità delle stazioni Autogrill e le dimensioni ridotte delle aree di stoccaggio rifiuti si crea una situazione di polverizzazione della raccolta dovuta all'alta frequenza del servizio che si traduce in maggiori emissioni di CO2 in atmosfera, costi più elevati e un maggior rischio di incidenti su strada. Per raggiungere l'obiettivo di ridurre i trasporti del 30% il Progetto Destinazione Ambiente prevede:

  • Utilizzo da parte di Autogrill di “pressette” per compattare gli scarti plastici e di cartone per permettere la raccolta di maggiori quantità di materiale
  • Introduzione di “rompivetro” (creato appositamente) presso gli Autogrill in grado di frantumare le bottiglie per ridurre il loro ingombro
  • Ottimizzazione dei percorsi di raccolta in modo da servire con un viaggio il maggior numero di stazioni
  • Programmazione della raccolta in base alle statistiche raccolte negli anni

Scenario: Lo spreco alimentare e le soluzioni realizzabili con il modello Waste End
Waste Italia ha sempre avuto una visione sostenibile della gestione degli scarti industriali, proponendo servizi e soluzioni nel rispetto delle normative e prevedendo possibili sviluppi di scenari futuri. La base di partenza è la Direttiva 2008/98 - Direttiva Quadro sui Rifiuti che dice che "il rifiuto deve essere gestito senza compromettere la salute umana e senza danneggiare l’ambiente, in particolare senza rischi per le acque, l’aria, il suolo, le piante o gli animali, senza causare fastidio creando rumori o odori, e senza compromettere il territorio e luoghi di particolare interesse"
L’industria agroalimentare produce scarti per 1,7 / 1,9 milioni di tonnellate (2,5% della produzione). L'obiettivo espresso nella direttiva europea luglio 2014 è quello di ridurre del 30% i rifiuti alimentari.
Secondo il Modello Waste End il potenziale di riduzione si attesterebbe tra i 2,7 e i 4,9 milioni di tonnellate attraverso l'incremento del compostaggio; la riduzione dello spreco alimentare domestico e il riuso di eccedenze alimentari da grande distribuzione, ristorazione, panetterie, ortofrutta; Misure di riduzione degli imballaggi per liquidi; Misure di efficientamento tecnico degli imballi e una maggiore penetrazione di imballi terziari riutilizzabili.

PROGETTO WASTEND
Un progetto innovativo, lungimirante e concreto. L’inizio di un cambiamento epocale nel modo di concepire e gestire i rifiuti

Vai al progetto

PROGETTO SCUOLE
Trasferire conoscenze ai più giovani è un compito fondamentale per qualsiasi società, soprattutto quando si parla di ambiente ed energia

Vai al progetto

DESTINAZIONE AMBIENTE
un esempio virtuoso di sinergia tra diverse realtà industriali, in grado di porre la sostenibilità al centro delle proprie attività...

Vai al progetto

PROGETTO ALTIS
Promuovere l’integrazione delle performance di sostenibilità ESG nella valutazione del credito da parte di degli operatori finanziari...

Vai al progetto

PROGETTO SE FOSSI IL CAPO
Permettere a tutti i dipendenti di esprimere pareri, iniziative e proposte con lo scopo di migliorare l'attività aziendale…

Vai al progetto

PROGETTO ECOTECA
Con Ecoteca® nasce il primo centro in Italia di informazione e di educazione basato su una nuova etica ambientale…

Vai al progetto

Devi smaltire i rifiuti della tua azienda?

INFORMATI SUI NOSTRI SERVIZI
Vai al menù clienti