• Clienti
  • Fidelizzazione
  • Impianti Recupero
  • Impianti Selezione
  • Impianti Smaltimento
  • Partner1
  • Tonnelate Raccolte
  • Tonnelate Smaltite
  • Tonnelate Trattate

Waste Italia Spa

SERVIZI & ATTIVITA'

Impianto di Albonese (PV)

Gli impianti di trattamento dei rifiuti si avvalgono di tecnologie finalizzate al maggior recupero dei materiali, separando le parti inutilizzabili da quelle ancora utili. Il “prodotto” derivante dai diversi tipi di trattamento è reintrodotto nel ciclo industriale/commerciale come materiale per la produzione di energia, la combustione o la creazione di componenti ingegneristiche (ad esempio gli strati drenanti o i manti stradali). Nell’impianto di Albonese sono identificabili tre diverse linee di trattamento:

  1. Cernita dei materiali, sia a terra e sia mediante un’apposita cabina con nastro di selezione;
  2. Produzione di CSS (combustibile solido secondario), composta da un trituratore primario, un vaglio stellare di selezione, un deferrizzatore magnetico, dei trituratori secondari tra loro collegati da nastri trasportatori e delle tramogge. I rifiuti sono costituiti principalmente da plastiche leggere e scarti cellulosici da cui sono sottratti - con sistemi pneumomeccanici - le componenti più pesanti, formate da plastiche clorurate che potrebbero rivelarsi pericolose in fase di combustione.
  3. Condizionamento finale per il trasporto dei materiali recuperati, costituita da sistemi automatizzati di carico, pressa idraulica e sistema di filmatura plastica del materiale imballato. In questo modo è possibile ottimizzare i carichi in uscita, riducendo l’ingombro dei materiali recuperati e contribuendo quindi alla riduzione dei costi e degli impatti legati al trasporto su gomma.
    L’impianto è completato da aree di ricezione, stoccaggio finale e da tutte le dotazioni impiantistiche a corredo (antincendio, raccolta reflui, pesatura, uffici, officina).

Gli scarti dell’impianto (rifiuti speciali non pericolosi) sono trasportati all’attigua discarica di servizio, tramite una pista interna. Questa soluzione permette di evitare i trasporti su strade urbane con conseguenti impatti sull’ambiente e sul territorio.

Certificazioni

EMAS
Politica QA EMAS
UNI ISO 14001

Scheda Tecnica Impianto

Luogo Albonese (PV) Strada statale 211 per Mortara
Coordinate geografiche LATITUDINE: 45.2916571 LONGITUDINE: 8.70872529999997
Società di riferimento Waste Italia Spa
Attività Impianto di trattamento e Produzione CSS, smaltimento
Autorizzazione Autorizzazione Integrata Ambientale n.2749 del 18/03/2008
Trattamento  
Capacità di trattamento 60.000 ton/anno

Tipologia di rifiuti trattati Speciali non pericolosi

Elenco mezzi e attrezzature

Linea tecnologica per la produzione di CDR, Linea di selezione con cabina di cernita manuale, Pesa a ponte 18 mt 60.000 kg, Impianto antincendio, Impianto d’illuminazione a Led, Pala gommata, Caricatore a polipo, Minipala, Muletto, Trattore, Eurocargo, Fiat Iveco.
Descrizione generale dell’attività svolta e principali tecnologie presenti


Nell’impianto sono svolte operazioni di cernita - sia manuale sia meccanica - di rifiuti speciali non pericolosi, il recupero delle frazioni merceologiche riciclabili come materie prime (carta, ferro, plastica, legno, cartone, ecc.), la triturazione dei rifiuti non valorizzabili per la produzione di CSS. Sono svolte operazioni di pressatura al fine di ottimizzare gli stoccaggi e la valorizzazione di quei materiali inviati a successivo recupero, in sostituzione alle materie prime e seconde.

La produzione di CSS avviene per mezzo di un impianto composto da un trituratore primario, un separatore balistico, un separatore aeraulico e di una serie di deferrizzatori, terminando con due mulini raffinatori dotati di griglie vaglio che determinano la pezzatura del materiale avviato successivamente al recupero energetico.
Smaltimento  
Coordinate geografiche LATITUDINE: 1.477.000 LONGITUDINE: 5.015.700

Autorizzazione (titolo) Autorizzazione Integrata Ambientale n.2749 del 18/03/2008

Società di riferimento Waste Italia Spa
Attività Discarica
Capacità di trattamento Circa 200.000 mc di volumetria autorizzata
Tipologia di rifiuti trattati Speciali non pericolosi provenienti da attività commerciali e industriali
Elenco tecnologie / attrezzature / mezzi d’opera Compattatore, pala gommata



Descrizione generale dell’attività svolta e principali tecnologie presenti I rifiuti sono conferiti in discarica, dotata di sistema di raccolta ed estrazione del percolato avviato a smaltimento. La discarica dispone di un sistema di monitoraggio delle acque sotterranee realizzato con un sistema di piezometri ubicato intorno all’area.




Scheda tecnica   Torna a Sedi operative